Annunci

Benvenuti nel calcio dei mercenari.

Anche io, come voi, cari tifosi sono un appassionato di calcio, amo questo sport, amo le emozioni che sa regalare, le gioie e le delusioni, le vittorie e le sconfitte, amo questo sport perché unisce le persone, perchè regala, o meglio, regalava grandi storie d’amore. Dico regalava perché ormai il calcio è cambiato, i calciatori sono cambiati e soprattutto la mentalità è cambiata. Al giorno d’oggi nessun calciatore sente più l’appartenenza alla maglia, nessuno si lega ai colori della squadra, e soprattutto, nessuno più rispetta la maglia che indossa. 
L’ultimo caso è Leonardo Bonucci, calciatore della Juventus che nelle scorse ore sembra essersi accordato per il trasferimento in una delle rivali di sempre del club bianconero, il Milan. Il difensore italiano, fino a qualche giorno fa, elogiava la Juventus, molto famosa tra i tifosi della vecchia signora è l’esultanza del calciatore di cui lui stesso ha rivelato il significato: “Prima di parlare della Juve sciacquatevi la bocca”, sempre il difensore, il 19 Dicembre scorso, dopo avere firmato il rinnovo di contratto fino al 2021 con il club di Torino, sul suo profilo Facebook ha scritto “Ho rinnovato fino al 2021. Ho scelto la casa dove sono cresciuto e diventato grande tra i grandi. Vestirò ancora il mio 19 con orgoglio bianconero. Ancora, Fino alla Fine, un solo obiettivo: continuare a vincere!” E solo 6 mesi dopo aver promesso amore alla Juve vuole essere ceduto alla squadra milanese solamente perché riceverebbe uno stipendio maggiore.

Purtroppo Bonucci non è l’unico e non sarà nemmeno l’ultimo caso, un’altro esempio è Donnarumma, portiere classe 1999 in forza ai rossoneri. Il giovane talento un mese fa aveva rifiutato il rinnovo con il club di Milano e, solamente dopo aver ricevuto un ingaggio più alto, ha accettato l’offerta. Durante il campionato anche Donnarumma aveva promesso amore eterno al Milan, squadra in cui però ha deciso di rimanere solo per un ingaggio elevato.

Anche io, come voi, cari tifosi sono un appassionato di calcio, ma a malincuore devo essere sincero, questo non è più lo sport che abbiamo tanto amato. I troppi soldi in circolazione lo stanno rovinando lentamente, non esistono più bandiere come Del Piero, Maldini, Totti o Zanetti. 

Non esiste più il rispetto per i tifosi.

Non esiste più l’amore verso la maglia. 

Non esiste più l’amore verso questo sport, ma soltanto, l’amore verso i soldi.

Cari tifosi, benvenuti nel calcio dei mercenari, dove le bandiere non esistono più.

Giacomo Polli

Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: