Real, Hazard e Courtois per ripartire

Due stelle che si sono messe in mostra col Belgio sono sicuramente Eden Hazard e Thibaut Courtois, eletto miglior portiere della competizione. Entrambi vogliono lasciare il Chelsea e sono cercati dal Real Madrid, che deve sostituire Ronaldo e che vuole un portiere più affidabile.

    Il portiere ha trovato l’accordo con i Blancos per un quinquennale a 11 milioni a stagione, mentre Hazard ha detto che dopo sei anni è giunto il momento di cambiare. L’interesse del Real c’è e sarebbe pronta anche un’offerta di 200 milioni da presentare ai Blues.

     

     

    Annunci

    Ronaldo, è oggi il giorno decisivo

    Il giorno decisivo è forse oggi. Infatti, in quel di Madrid, è in programma l’incontro tra Florentino Perez e Jorge Mendes, per avere il via libera al trasferimento di Ronaldo alla Juventus.

      La Juventus è ormai fiduciosa che si possa chiudere entro il weekend, avendo già trovato l’accordo da tempo col giocatore, sempre più convinto di cambiare aria. Mendes continua a far sapere a Marotta che la trattativa si farà, ma Perez vuole che sia lui ad annunciare pubblicamente la cessione.

      Anche se si parlava di una richiesta di 150 milioni da parte dei Blancos, la Juve verserà nelle casse del Madrid 100 milioni più le commissioni a Jorge Mendes, che corrispondono circa a 25 milioni di euro.

       

      Il PSG ci riprova: 270 milioni per Coutinho

      Consapevole dell’interessamento del Real su Neymar, il Presidente del PSG Al Khelaifi si sta già guardando intorno, preparando una delle sue super offerte, come fatto l’estate scorsa con il brasiliano e con Mbappè.

        In queste ore, come riportato da Mundo Deportivo, sta preparando un’offerta da 270 milioni di euro per Philippe Coutinho, che, secondo Al Khelaifi, potrebbe prendere il posto di Neymar qualora dovesse partire. Il Barcellona, dal canto suo, ha strappato al Liverpool l’ex Inter solo a gennaio, per 120 milioni, e gli ha fatto sottoscrivere una clausola da 400 milioni.

          La mossa del PSG, però, anche se complicata a causa del FPF, ha un doppio fine, dal momento che Neymar è molto legato a Coutinho; quindi, con l’arrivo dell’ex Liverpool, O Ney potrebbe essere più motivato a non lasciare Parigi.

           

           

          Real, chi per il dopo-CR7? Anche Dybala e Icardi tra i possibili sostituti

           

          Il Real sta per cedere il migliore al mondo alla Juventus, ma deve anche pensare a trovare un sostituto, che riesca almeno a non far rimpiangere CR7. I nomi sul taccuino del Presidente sono tanti, ma sono tutti difficili da acquistare, soprattutto a causa delle elevate richieste dei club.

           

          Neymar e Mbappè – Sono arrivati la scorsa estate a Parigi, per un totale di circa 400 milioni in due. Il francese ha diciannove anni e, così come Neymar, il PSG non ha nessuna intenzione di cederli.

          Kane – I tifosi vorrebbero la punta inglese come nuova stella di Madrid, ma il Tottenham non vuole privarsi del suo miglior giocatore.

           

          Lewandowski e Hazard – Lewa e Hazard non vorrebbero essere ceduti dalle loro società, ma gradirebbero particolarmente un trasferimento a Madrid. Il polacco vuole partire e aspetta solo una chiamata dalle Merengues; sarà difficile trattare con i tedeschi.

          Icardi e Dybala – Gli ultimi nomi sono loro, due stelle della Serie A, che si sta preparando ad accogliere il migliore. L’interista ha una clausola di 115 milioni di euro per l’estero, che il Real potrebbe esercitare subito. L’Inter chiaramente se lo vorrebbe tenere stretto, proponendogli un altro rinnovo. Dybala, invece, non è incedibile per la Juventus e, magari, potrebbe finire proprio al Real, che cederà CR7 proprio ai bianconeri.

           
          Insomma, la lista di possibili sostituti è lunga, ma sono tutti nomi difficili da strappare ai club che ne detengono il cartellino.

          Betis, accordo per William Carvalho

            William Carvalho piace a molte squadre europee ed è un profilo che farebbe comodo a molti allenatori. Seppur legato allo Sporting Lisbona, potrebbe andare via a parametro zero, ma l’Inter tempo fa aveva fatto sapere di voler investire sul portoghese. I nerazzurri, però, sono stati superati dal Real Betis, club spagnolo che ha appena raggiunto l’accordo con il club portoghese sulla base di 10 milioni pagati subito e altri 10 pagati l’estate prossima; inoltre, ha già pronto un contratto da 2,5 milioni all’anno per il giocatore.

            Attualmente è in vacanza dopo il Mondiale con il suo Portogallo, ma William gradirebbe qualcosa in più per quanto riguarda l’ingaggio, che Inter e Monaco sarebbe pronte ad offrirgli. Entrambi però non hanno l’accordo con lo Sporting.

             

             

            Barcellona, si chiude per Lenglet

            L’obiettivo del Barcellona è quello di tornare sul tetto d’Europa, traguardo che manca dal 2015, quando i blaugrana hanno battuto la Juve a Berlino. Da lì in poi, mai più in finale e titolo sempre vinto dal Real, il rivale di sempre. Quest’anno Valverde dovrà riportare il Barcellona ai livelli di Guardiola, partendo da una squadra solida e compatta in difesa.

              Il primo obiettivo del mercato, infatti, è proprio un difensore centrale, che attualmente gioca nel Siviglia; si tratta di Clement Lenglet, francese classe ’95, arrivato in Andalusia nel gennaio 2017. In Spagna si è subito messo in mostra e il suo valore è aumentato a dismisura, tant’è che il Siviglia ha inserito nel suo contratto una clausola da 35 milioni.

                Il Barcellona è fiducioso di poter chiudere tra martedì e mercoledì, ma sta cercando di ottenere uno sconto dai biancorossi, perchè i 35 milioni della clausola sono considerati troppi.

                 

                 

                Ronaldo, manca il sì di Perez

                Ormai si parla solo di Ronaldo alla Juventus, matrimonio che s’ha da fare. Nella giornata di ieri filtrava molto ottimismo da Madrid e la Juventus stava già sognando di presentare il portoghese già oggi. La trattativa, però non si è ancora sbloccata, a causa di Florentino Perez.

                  Il presidente del Real in queste ore, ha alzato la richiesta ad almeno 120 milioni, quando la Juve aveva già trovato l’accordo in tutto e per tutto con Jorge Mendes. Inoltre, Perez vuole che CR7 saluti il Santiago Bernabeu da leggenda, spiegando pubblicamente i motivi del suo addio; Ronaldo, attualmente in Grecia per le vacanze, non ha nessuna intenzione di farlo, proprio perchè con il Presidente il rapporto è ai minimi termini.

                    E’ dunque questo il motivo del rallentamento di queste ore, anche se secondo alcuni la data dello sbarco a Caselle è marted’ 10 luglio. Intanto, Ronaldo ha telefonato al suo ex allenatore Carlo Ancelotti, attualmente tecnico del Napoli, per avere informazioni sul campionato italiano.

                     

                     

                    Ronaldo, ottimismo da Madrid: può arrivare in serata

                    Siamo vicini. Siamo davvero vicini alla chiusura di quella che verrà definita la trattativa del secolo. Per come sta venendo gestita e per il prezzo con il quale la Juve si assicurerà il calciatore più forte al mondo. Ieri Mendes ha recapitato al Real l’offerta ufficiale bianconera di 100 milioni di euro e ora Florentino Perez deve solo dare il via libera.

                     

                      Ronaldo ha già accettato un quadriennale a 30 milioni + bonus, che potrebbero portare il suo stipendio annuale fino a 40 milioni netti. Da Madrid filtra ottimismo e addirittura AS parla di un possibile arrivo a Torino già in serata, per poi venir presentato domani, 7/7 all’Allianz Stadium. Nelle ultime settimane ci sono state circa trenta telefonate tra il Presidente Agnelli e Ronaldo, che si è fatto convincere dal progetto bianconero.

                        Un giornalista spagnolo, questa mattina, ha rivelato a Chiringuito Tv il piano B della Juve, nel caso in cui dovesse saltare la trattativa. La Juventus vuole chiudere e il giocatore anche, ma i bianconeri sono comunque pronti a dire che non si erano mai esposti sulla buona riuscita della trattativa e che non sarebbe rientrata nei limiti del fair play finanziario.

                         

                         

                        Milan, accordo con Zaza

                        Kalinic, Bacca e Andrè Silva. Di questi tre centravanti, è probabile che nessuno dei tre resti al Milan anche la prossima stagione. Bacca è rientrato dal prestito al Villareal e non rientra nei piani di Gattuso. Il croato ha deluso moltissimo e l’Atletico offre sui 20 milioni. Il giovane portoghese non ha convinto, ma l’investimento per lui fu importante.

                          Il piano del Milan è chiaro: cedere almeno due degli attaccanti in rosa, per puntare a un bomber da 20 gol a stagione. Viste le difficoltà per Morata e Immobile, Mirabelli ieri a Roma ha raggiunto l’accordo con Zaza, sulla base di un quadriennale a 2,5 milioni a stagione. Resta da convincere il Valencia, che vuole almeno 20 milioni di euro.

                            Intanto, Gustavo Gomez ha già svolto le visite mediche con il Boca Juniors e nelle casse del Milan entreranno 6 milioni.

                             

                             

                            Ronaldo alla Juve, tutto fatto

                              Quello che potrà essere definito l’affare del secolo sta per concretizzarsi. Più passano le ore e Ronaldo si avvicina sempre più alla Juventus. Una trattativa iniziata quasi per scherzo, che potrebbe chiudersi prima che il portoghese parta per le vacanze.
                              Ieri, in tarda serata, Florentino Perez ha convocato d’urgenza Jorge Mendes, allo scopo di offrire al suo assistito un ingaggio di 30 milioni, come quello bianconero. Ma il potentissimo agente ha ribadito la volontà di CR7: lasciare il Madrid.

                              Ronaldo ha trovato l’accordo con la Juventus per un quadriennale a 30 milioni a stagione e, non appena il Real darà il via libera alla sua cessione, forse quando avrà raggiunto l’accordo per un sostituto, la Juventus formalizzerà l’offerta da 100 milioni. Continua a leggere..

                                Marca – Il quotidiano spagnolo in edicola stamani apre con un virgolettato di Ronaldo: “Se valgo 100 milioni, è perchè non mi vogliono”. Chiaro segnale di un rapporto che si è ormai sgretolato, fino alla rottura totale di stamattina all’01.30, quando Mendes ha finito il colloquio con il Presidente. Il Madrid aiuterà Ronaldo ad essere ceduto, accettando anche offerte più basse rispetto al suo reale valore.