x
Close

Il nuovo Milan di Pioli

Ebbene sì, Stefano Pioli è il nuovo mister del Milan. Si parlava di Spalletti, che è stato vicinissimo ma poi non se n’è fatto piú nulla, di Rudi Garcia e di una conferma di Giampaolo, ma alla fine è l’ uomo che non ti aspetti che tenterá di far risorgere una squadra in evidente difficoltà. Oggi andremo ad analizzare quali potrebbero essere le certezze su cui si baserá il tecnico ex Inter. Modulo 4-3-3, con in porta il solito Donnarumma e su questo non ci piove. La coppia difensiva sarà Romagnoli, confermatissimo, affiancato da uno tra Musacchio e Duarte, ma probabilmente verrà data fiducia al brasiliano nelle prime partite. Pioli vuole un terzino che spinge e uno che difende, quindi ci sono due opzioni: potrebbero giocare Hernandez e Calabria, con l’italiano che sarebbe il terzino difensivo, mentre l’alternativa sarebbe Rodriguez a sinistra per difendere e Calabria che attacca. Probabilmente sará proprio questa la scelta che adotterá il tecnico milanista. Davanti alla difesa si affiderá a Lucas Biglia: è un rapporto di amore tra i due, che si ritrovano a lavorare insieme dopo l’esperienza alla Lazio. Come mezz’ali Kessiè, imprescindibile, e Paquetá, che lo stesso neotecnico ha affermato di vederlo come Giampaolo, quindi non trequartista ma piú arretrato. Andando a vedere gli attacchi delle passate squadre di Pioli, egli molte volte si affida ad un centravanti che segna tanto, in questo caso Piatek. Sulle fasce serve un’ala pura e un ex centrocampista. Il primo identikit rispecchia perfettamente le doti di Suso, oscurato in questa prima parte di stagione dal modo di giocare dell’allenatore ex Samp. Il ruolo di ala sinistra se lo contenderanno Bonaventura e Calhanoglu, con una leggera preferenza per il turco. I possibili ballottaggi sono Hernandez – Rodriguez a sinistra e Leao – Bonaventura – Calhanoglu sulla medesima fascia ma più avanzati. Sperando che, con questi giocatori, il Milan possa rendere piú avvincente la corsa al quarto posto.

 

Niccolò Potenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Comments
scroll to top