x
Close

San Siro, La Scala del Calcio

Due settimane fa sono stati presentati i progetti del “nuovo” San Siro, due progetti sicuramente all’avanguardia, tra gli stadi più attrezzati in Europa, ma la Storia del Giuseppe Meazza rimane ineguagliabile, e ne fa uno degli stadi più affascinanti al mondo.

Tutto risale al 1925, quando il comune di Milano e l’ AC Milan piantarono le prime fondamenta della Scala del calcio. I lavori terminarono il 1926 e San Siro divenne il nuovo stadio dei rossoneri. Durante gli anni ’20 riusciva ad ospitare 35.000 spettatori, e il 19 Settembre dell’anno di inaugurazione, si giocò la prima partita storica sull’erba di quell’impianto calcistico tra il Milan, proprietario dello stadio e l’Inter, i quali vinsero 6-3.

Dopo una decina di anni, venne acquistato dal Comune di Milano, esattamente nel 1935, che iniziò i lavori di ampliamento, raggiungendo una capienza di ben 55.000 posti a sedere. Nella stagione 1947/48 divenne anche la casa dell’Inter. Successivamente, nel 1955, lo stadio venne rivoluzionato, costruendo un secondo anello e raggiungendo la capienza di 100.000 persone. Per motivi di sicurezza i posti vennero diminuiti a 85.000 di cui 60.000 a sedere. Dopo diversi lavori di modernizzazione, nel 1980 venne intitolato Giuseppe Meazza, in onore del giocatore italiano che giocò sia nell’Inter che nel Milan, vincitore di due Mondiali con la nazionale. In occasione della Coppa del Mondo, giocata in Italia, venne costruito il terzo anello, retto da quattro torri cilindriche alte 68 metri, che, ancora oggi, distinguono il Giuseppe Meazza da qualsiasi altro stadio al mondo. Nonostante questo rinnovamento, i posti disponibili rimasero 85.700, tutti forniti di piccoli seggiolini e tutti coperti da una lastra di policarbonato che proteggeva gli spettatori dagli eventi atmosferici. Infine, nel 2008, venne adeguato alle regole della UEFA e furono rialzate le panchine al livello del campo, imitando i nuovi e moderni stadi inglesi.

Anche se è da quasi dieci anni che La Scala del Calcio non assapora trofei di livello internazionale, San Siro è considerato lo stadio più titolato del mondo con:

– 36 scudetti portati a casa dal Milan (18) e dall’Inter (18);

– 2 Scudetti Serie B, conquistati dal Milan;

– 10 Coppe dei Campioni (7 del Milan e 3 dell’Inter);

– 12 Coppe Italia (7 dell’Inter e 5 del Milan);

– 12 Supercoppe Italiane (7 del Milan e 5 dell’Inter);

– 3 Europa League, conquistate dall’Inter;

– 5 Coppe Intercontinentali (3 del Milan e 2 dell’Inter);

– 5 Supercoppe UEFA, tutte del Milan;

– 2 Coppe Mondiali per Club (1 dell’Inter e 1 del Milan);

– 1 Coppa Mitropa e 2 Coppe Latine vinte dal Milan.

Oltre ad avere il palmarés più ricco del mondo, San Siro, ha ospitato:

– 4 finali di Champions League o Coppa dei Campioni: nel 1965 (Inter 1-0 Benfica), nel 1970 (Feyenoord 2-1 Celtic),nel 2001 (Bayern 5-4 Valencia c.d.r) e nel 2016 (Real Madrid 5-3 Atletico Madrid c.d.r);

– 4 finali di Coppa UEFA o Euopa League: nel 1991 (Inter 2-0 Roma), nel 1994 (Inter 1-0 Salisburgo), nel 1995 (Juventus 1-1 Parma) e nel 1997 (Inter 1-0 Shalke 04);

– 4 Supercoppe Europee: nel 1974 (Milan 1-0 Ajax), nel 1989 (Milan 1-0 Barcellona), nel 1994 (Milan 0-2 Parma) e nel 1995 (Milan 2-0 Arsenal).

Sono questi i dati che rendono speciale il Giuseppe Meazza che è stato calpestato da campioni di taratura mondiale quali Ronaldo, Van Basten, Roberto Carlos, Gullit, Baresi, Matthäus, Maldini e lo stesso Giuseppe Meazza. Sicuramente ne avrò dimenticato più di uno, ma è proprio questa infinita e irripetibile storia che questo stadio ha scritto e continuerà, sicuramente, a scrivere fino al giorno del suo tragico abbattimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Comments
scroll to top