Ronaldo, è oggi il giorno decisivo

Il giorno decisivo è forse oggi. Infatti, in quel di Madrid, è in programma l’incontro tra Florentino Perez e Jorge Mendes, per avere il via libera al trasferimento di Ronaldo alla Juventus.

    La Juventus è ormai fiduciosa che si possa chiudere entro il weekend, avendo già trovato l’accordo da tempo col giocatore, sempre più convinto di cambiare aria. Mendes continua a far sapere a Marotta che la trattativa si farà, ma Perez vuole che sia lui ad annunciare pubblicamente la cessione.

    Anche se si parlava di una richiesta di 150 milioni da parte dei Blancos, la Juve verserà nelle casse del Madrid 100 milioni più le commissioni a Jorge Mendes, che corrispondono circa a 25 milioni di euro.

     

    Annunci

    Ronaldo, manca il sì di Perez

    Ormai si parla solo di Ronaldo alla Juventus, matrimonio che s’ha da fare. Nella giornata di ieri filtrava molto ottimismo da Madrid e la Juventus stava già sognando di presentare il portoghese già oggi. La trattativa, però non si è ancora sbloccata, a causa di Florentino Perez.

      Il presidente del Real in queste ore, ha alzato la richiesta ad almeno 120 milioni, quando la Juve aveva già trovato l’accordo in tutto e per tutto con Jorge Mendes. Inoltre, Perez vuole che CR7 saluti il Santiago Bernabeu da leggenda, spiegando pubblicamente i motivi del suo addio; Ronaldo, attualmente in Grecia per le vacanze, non ha nessuna intenzione di farlo, proprio perchè con il Presidente il rapporto è ai minimi termini.

        E’ dunque questo il motivo del rallentamento di queste ore, anche se secondo alcuni la data dello sbarco a Caselle è marted’ 10 luglio. Intanto, Ronaldo ha telefonato al suo ex allenatore Carlo Ancelotti, attualmente tecnico del Napoli, per avere informazioni sul campionato italiano.

         

         

        Ronaldo, ottimismo da Madrid: può arrivare in serata

        Siamo vicini. Siamo davvero vicini alla chiusura di quella che verrà definita la trattativa del secolo. Per come sta venendo gestita e per il prezzo con il quale la Juve si assicurerà il calciatore più forte al mondo. Ieri Mendes ha recapitato al Real l’offerta ufficiale bianconera di 100 milioni di euro e ora Florentino Perez deve solo dare il via libera.

         

          Ronaldo ha già accettato un quadriennale a 30 milioni + bonus, che potrebbero portare il suo stipendio annuale fino a 40 milioni netti. Da Madrid filtra ottimismo e addirittura AS parla di un possibile arrivo a Torino già in serata, per poi venir presentato domani, 7/7 all’Allianz Stadium. Nelle ultime settimane ci sono state circa trenta telefonate tra il Presidente Agnelli e Ronaldo, che si è fatto convincere dal progetto bianconero.

            Un giornalista spagnolo, questa mattina, ha rivelato a Chiringuito Tv il piano B della Juve, nel caso in cui dovesse saltare la trattativa. La Juventus vuole chiudere e il giocatore anche, ma i bianconeri sono comunque pronti a dire che non si erano mai esposti sulla buona riuscita della trattativa e che non sarebbe rientrata nei limiti del fair play finanziario.

             

             

            Ronaldo alla Juve, tutto fatto

              Quello che potrà essere definito l’affare del secolo sta per concretizzarsi. Più passano le ore e Ronaldo si avvicina sempre più alla Juventus. Una trattativa iniziata quasi per scherzo, che potrebbe chiudersi prima che il portoghese parta per le vacanze.
              Ieri, in tarda serata, Florentino Perez ha convocato d’urgenza Jorge Mendes, allo scopo di offrire al suo assistito un ingaggio di 30 milioni, come quello bianconero. Ma il potentissimo agente ha ribadito la volontà di CR7: lasciare il Madrid.

              Ronaldo ha trovato l’accordo con la Juventus per un quadriennale a 30 milioni a stagione e, non appena il Real darà il via libera alla sua cessione, forse quando avrà raggiunto l’accordo per un sostituto, la Juventus formalizzerà l’offerta da 100 milioni. Continua a leggere..

                Marca – Il quotidiano spagnolo in edicola stamani apre con un virgolettato di Ronaldo: “Se valgo 100 milioni, è perchè non mi vogliono”. Chiaro segnale di un rapporto che si è ormai sgretolato, fino alla rottura totale di stamattina all’01.30, quando Mendes ha finito il colloquio con il Presidente. Il Madrid aiuterà Ronaldo ad essere ceduto, accettando anche offerte più basse rispetto al suo reale valore.

                 

                 

                Clamoroso, Juve: venerdì Ronaldo a Torino

                Le voci su Cristiano Ronaldo alla Juventus non cessano e, ora dopo ora, emergono nuovi scenari e dettagli su quella che potrebbe essere la trattativa del secolo. Detto dei margini di manovra e del problema legato all’ingaggio, risolvibile con la collaborazione di Fiat, secondo indiscrezioni, il fuoriclasse portoghese avrebbe già scelto casa, trattasi di una villa in collina con piscina.

                Continua a leggere…

                   

                  Ma c’è di più perchè, secondo alcuni, venerdì 6 luglio è atteso al J Medical per le visite mediche, poichè è stato trovato un accordo sulla base di 100 milioni al Real e un ingaggio di 35 milioni.

                  Ronaldo-Juve, come procede la trattativa?

                  E’ iniziato tutto quasi per scherzo, quando Jorge Mendes ha chiesto alla Juventus di provare a fare un tentativo per Ronaldo, in occasione dell’incontro per definire Cancelo.

                  E’ passata una settimana da quell’incontro e ormai non si parla d’altro che non sia la trattativa tra i bianconeri e il Real Madrid. Trattativa che non è nemmeno iniziata tra i due club, perchè la Juve non ha mai avanzato un’offerta vera e propria.

                   

                  Ieri in Spagna davano Ronaldo pronto a firmare un quadriennale a 30 milioni a stagione, ma in Italia non arrivano le stesse conferme. L’interesse c’è, Ronaldo è disposto a lasciare Madrid e gradirebbe un trasferimento in Italia, anche con uno stipendio sui 30 milioni, cifra offertagli anche da Perez.

                    La Juventus sta continuando a studiare come avanzare l’offerta, che si dovrebbe aggirare sui 100-120 milioni di euro, valore di una clausola concordata a gennaio, quando i rapporti tra il Presidente e CR7 stavano iniziando a sgretolarsi. Il Madrid è pronto a cederlo per quelle cifre, ma il problema bianconero riguarda principalmente l’ingaggio, perchè la cifra da versare al Real la guadagnerebbe da qualche cessione (in primis Higuain o Mandzukic).

                      L’operazione avrebbe un costo complessivo di 350 milioni di euro in quattro anni, visto che il fuoriclasse portoghese guadagnerebbe 60 milioni lordi all’anno, 240 in quattro. Il Presidente Agnelli sta studiando la situazione e l’ingaggio eventuale potrebbe essere diviso in 20 milioni pagati dalla FCA (Fiat e Chrisler Auto) e i restanti 10 dalla società bianconera.

                      Chiaramente un eventuale arrivo del portoghese in bianconero porterebbe un gran numero di ricavi per la società torinese, che non andrebbe a perdere l’investimento potenziale di 350 milioni fino al 2022.

                       

                      Real, la pazza idea di Perez: addio BBC, assalto a Neymar, Hazard e Lewandowski

                      Il Real Madrid, oltre alla brutta posizione in Liga, è alle prese con il mal di pancia di Cristiano Ronaldo, al quale il Presidente Florentino Perez non vuole aumentare l’ingaggio. E il Presidente ha in mente una pazza idea di un nuovo Real, che non prevede il fuoriclasse portoghese.

                      Infatti, secondo i maggiori quotidiani spagnoli, Perez ha intenzione di cedere al miglior offerente Cristiano Ronaldo. Oltre a lui, cessione quasi sicura per Benzema e, con tutta probabilità, anche per Gareth Bale, che ha alcune richieste dalla Premier League.

                      A giugno il Real vuole acquistare una nuova punta, perchè Benzem non convince più. I nomi più caldi sono quelli di Icardi, Lewandowski e Kane. Per entrambi, la trattativa è molto complicata e le rispettive società non hanno intenzione di privarsi del loro bomber, se non davanti ad offerte irrinunciabili.

                      Per rimpiazzare Bale, il nome in cima alla lista è Eden Hazard, esterno del Chelsea che avrebbe accettato un trasferimento in maglia Blancos. Ma il nome che sorprende tutti è Neymar, che andrebbe a sostituire niente meno che Ronaldo. Il brasiliano si era trasferito a Parigi in estate per 222 milioni e più volte si è parlato di un suo malcontento in Francia. Nei giorni scorsi, inoltre, era rimbalzata la voce di un possibile scambio tra Ronaldo e Neymar, con l’aggiunta di un conguaglio da parte del Real.

                      Ronaldo-Real: è rottura? Lui vuole lo United

                      L’indiscrezione riportata da un’emittente radiofonica spagnola ha del clamoroso. Infatti, è di questa mattina la voce di mercato che vuole Cristiano Ronaldo lontano da Madrid. Il Real Madrid sta attraversando un momento particolarmente difficile e la stella portoghese, al termine della sconfitta interna contro il Villareal, avrebbe confessato: “Me ne vado al Manchester United“. Uno sfogo arrivato dopo le deludenti prestazioni sue e della squadra, che attualmente si trova a -19 dal Barcellona capolista. Scudetto quindi sfumato già a gennaio, si potrebbe dire.

                      Le voci sul futuro di Ronaldo arrivano dopo quelle su un possibile addio di Zidane sulla panchina delle Merengues. Nella sua prima stagione, subentrò a Benitez, il quale venne esonerato dopo aver collezionato 37 punti in 18 gare. Attualmente, il francese ne ha 32 in altrettante partite e la sua posizione è in bilico. A fine stagione, potrebbe scatenarsi il classico domino di panchine, con Low che subentra a Zidane, il quale si siede sulla panchina della Juventus. Allegri verso la Premier League (Arsenal), mentre su quella dei Blues siederà Ancelotti, con Conte pronto a tornare in Italia (Nazionale?).

                      Tornando a Ronaldo, la volontà di lasciare il Madrid nasce anche dopo le promesse mai mantenute dal Presidente Perez, il quale aveva promesso un aumento d’ingaggio al portoghese già dopo la finale di Cardiff. Ronaldo vorrebbe uno stipendio più elevato, per essere alla pari con Messi (50 mln) e Neymar (36), in quanto ora ne percepisce “solo” 21.

                      Al Manchester United Ronaldo ha giocato dal 2003 al 2009, con Sir Alex Ferguson in panchina. In Inghilterra ha trascorso 6 anni indimenticabili, con il primo dei cinque palloni d’oro conquistati. Adesso, troverebbe Josè Mourinho, suo connazionale che lo ha già allenato ai tempi del Real.

                       

                      Clamoroso! Ronaldo rivela: “Voglio tornare in Inghilterra”

                      Secondo quanto riporta “Cardena Ser” l’attaccante portoghese avrebbe rivelato al giudice, durante il processo per presunta evasione fiscale, la sua volontà di tornare in Premier League.
                      Ronaldo avrebbe dichiarato “In Inghilterra non ho mai avuto questi problemi, ecco perché – prosegue CR7 – voglio tornarci. Le tasse le ho sempre pagate, sia in Spagna che nel Regno Unito, e da parte mia sarebbe assurdo e quasi ridicolo evaderle.”  In seguito il campione d’Europa ha continuato dicendo “Basterebbe digitare il mio nome su Google e su di me c’è scritto tutto, sulla rivista Forbes per esempio, che rende noti tutti i miei guadagni”

                      Queste dichiarazioni quindi, fanno tremare i tifosi dei Blancos, che potrebbero vedersi il loro migliore calciatore lasciare Madrid. Il club più interessato è il Manchester Udt, che farebbe follie per avere con sè mister Pallone d’Oro, per procedere all’acquisto infatti il club di Josè Mourinho dovrà sborsare una cifra intorno ai 240 milioni di euro, e diventerebbe così, il calciatore più costoso nella storia del calcio mondiale.

                      Sarebbe un altro clamoroso addio dopo quello di Bonucci e quello Neymar, possiamo dire tutto ma di certo non che questa sessione di mercato ci stia annoiando!

                      Giacomo Polli

                      Clamoroso: Fassone chiede informazioni su Cristiano Ronaldo

                      Il Milan è fino ad ora la regina del mercato di Serie A, avendo piazzato dieci colpi per ricostruire una squadra che possa tornare subito in Champions League dalla porta principale. Fassone e Mirabelli stanno ora cercando un attaccante che possa garantire almeno 20 gol in campionato ma potranno arrivare anche un esterno alto e una mezzala.

                      A margine della presentazione dei calendari di Serie A, tenutasi ieri a Milano, l’a.d. rossonero ha detto di aver avuto dei contatti con Jorge Mendes, procuratore di Renato Sanches, obiettivo del Milan, di Andrè Silva, neo acquisto pagato 38 milioni, ma soprattutto di Cristiano Ronaldo, 32 anni.

                      Fassone scherza e pare abbia chiesto informazioni proprio sul Campione portoghese, per il quale ovviamente il Real non  ha fissato il prezzo di un’eventuale cessione. Ronaldo nelle scorse settimane aveva avanzato l’idea di lasciare Madrid in seguito ai guai col fisco spagnolo ed era partita l’asta per portare l’asso di Funchal nella propria squadra. Ma CR7 resterà ancora nella capitale spagnola e non partirà per nessuna squadra.

                      Mendes, alla domanda di Fassone, ha risposto con un sorriso, considerando anche l’impossibilità dell’affare in relazione ad un prezzo molto elevato, più di 200 milioni, e l’elevato ingaggio dell’ex United, di 30 milioni netti a stagione.

                      Marco Fassone ha scherzato sul fatto di vedere Cristiano in Italia e sui social è partita l’ironia con le foto raffiguranti il portoghese con la maglia del Milan…

                      Il fotomontaggio che è comparso in rete, raffigurante Ronaldo tra Fassone e Mirabelli.