LONDON, ENGLAND - MARCH 08: Rafael Leao of AC Milan during the UEFA Champions League round of 16 leg two match between Tottenham Hotspur and AC Milan at Tottenham Hotspur Stadium on March 8, 2023 in London, United Kingdom. (Photo by Marc Atkins/Getty Images)

Riaperti i dialoghi per il rinnovo di Leão dopo il passaggio del turno contro il Tottenham

Dopo il match contro il Tottenham risulta chiaro quanto Leão sia indispensabile e importante per questo Milan; un’altra ottima prestazione che, unita anche al passaggio del turno, avrebbe fatto riflettere Paolo Maldini. Le parti sono tornate recentemente a parlare di rinnovo del contratto, con l’asso portoghese che ha presentato una nuova offerta di circa 7,5 milioni di euro netti a stagione con un bonus alla firma di circa 2 milioni. Proprio la doppia sfida vinta contro la squadra inglese potrebbe portare nelle casse del Milan la cifra necessaria per rinnovare Leão e per andare ad intervenire sul mercato per rinforzare la rosa; oltre a questo servirà anche uno sforzo economico da parte della proprietà.

Leão

Lo Sporting chiede un risarcimento: cosa faranno Milan e Lille

Un’altra voce che non si può trascurare quando si parla di Leão è la causa per risarcimento ancora aperta fatta dallo Sporting Lisbona, che avrebbe richiesto circa 40 milioni di euro a Lille e Milan. La compagine francese e quella italiana dovrebbero mettersi d’accordo per pagare questo risarcimento alla squadra che ha lanciato Rafael (sceso a 21 milioni di euro dopo gli ultimi contatti).

E se Leão rinnovasse? Il possibile effetto domino

Sulla faccenda del rinnovo si può assolutamente dire che il Milan sta mantenendo una linea molto bassa degli stipendi rispetto alle altre squadre italiane che militano in Champions: basti pensare ai 6,5 milioni che l’Inter paga a Brozovic o agli 8 che la Juventus da a Paul Pogba (fino ad ora un fantasma). Ecco, tutto questo a milano sponda rossonera non succede: il più pagato è Theo Hernandez, con uno stipendio di 4,5 milioni netti. Un ipotetico rinnovo di Leão alle cifre sopra citate andrebbe a stravolgere i piani della società rossonera in questo ambito, oltre a creare un possibile effetto domino che vedrebbe i giocatori top della rosa (Theo su tutti, ma anche Tomori e Maignan) chiedere un aumento per avvicinarsi al portoghese.

Per tutti questi aspetti la scelta del Milan sarà importante, considerando che la società il passo verso il giocatore lo ha già fatto, offrendo 6 milioni netti all’anno. Starà a Leão andare incontro al Milan abbassando le sue pretese e magari rimuovendo o lasciando a 150 milioni di euro la clausola rescissoria, rinunciando alla sua richiesta di abbassarla a 75 milioni. 

Table of Contents

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: