Juventus

La Juventus sta risalendo la classifica di Serie A e si avvicina al sesto posto occupato dall’Atalanta, dopo aver vinto 4-2 contro la Sampdoria nella 26° giornata. Nel primo tempo allo stadio Allianz, i bianconeri iniziano con buon ritmo, ma poi subiscono un momento di blackout: Bremer e Rabiot segnano i primi gol, ma Augello e Djuricic pareggiano in meno di due minuti. Tuttavia, il pareggio dura poco: nel secondo tempo, infatti, il centrocampista francese segna nuovamente con un gran tiro sotto la traversa, portando avanti la Juve. Nel finale, Vlahovic fallisce un calcio di rigore, Cuadrado colpisce la traversa e Soulé segna nel recupero, chiudendo i conti per la squadra di Allegri.

Le parole di Max Allegri dopo la vittoria contro la Samp

Juventus

Il tecnico toscano inizia la conferenza post partita soffermandosi sulla classifica: «Meritiamo il secondo posto, non è facile giocare da quando è arrivata la penalizzazione. Ora saremmo a quota 53». Allegri elogia il “Main of the match” Adrien Rabiot: «Ha un motore diverso dagli altri, è fondamentale per la squadra. Rinnovo? Dovete chiedere alla società». Il mister bianconero prosegue analizzando il brutto periodo che sta vivendo Vlahovic: «Dusan ha fatto una buona partita, i gol li farà più avanti. Stasera ha fatto meglio, c’è andato vicino, deve rimanere sereno. Ricordiamoci che ha 23 anni, è con noi solo da un anno». Allegri termina parlando dell’infortunato Pogba e degli altri acciaccati: «Paul ha sentito un fastidio agli adduttori mentre tirava le punizioni. Approfondiremo l’infortunio, ma escludo che ci sia giovedì e domenica. Lo rivediamo dopo la sosta. Bremer convive con un fastidio al tendine rotuleo, ma non è in dubbio».

Le pagelle di Juventus-Sampdoria

PERIN 6: Il portiere ex Genoa non ha colpe su i due goal subiti dalla Vecchia Signora. Non fa rimpiangere il compagno di reparto Szczesny

BREMER 6,5: Una buona prestazione quella fatta dal brasiliano: apre le danze con il goal dell’1-0 e chiude bene sugli attaccanti della Sampdoria

BONUCCI 5: Il capitano della Juventus è il peggiore in campo, sbaglia di tutto sia in fase difensiva che di impostazione. Sarà un problema anagrafico o i postumi dell’infortunio?

DANILO 6: la solita partita ordinata da parte del numero 6 bianconero. Sempre più leader

DE SCIGLIO 5,5: Non riesce mai a saltare l’uomo e mette pochi palloni insidiosi in area. Prestazione sbiadita da parte sua

CUADRADO 6,5: Il colombiano sembra esser tornato quello di un tempo: sgroppate sulla fascia e si procura un rigore che poi non viene trasformato da Vlahovic

GATTI 6: Quando entra, effettua due ottimi interventi su ripartenza blucerchiata

BARRENECHEA 5: Il giovane argentino, dopo l’ottimo esordio nel derby, gioca una pessima partita. Il talentino dell’U23 è stato poi sostituito da Locatelli nell’intervallo

LOCATELLI 6: Entra bene in partita, effettua un paio di sventagliate ed è prezioso in fase di interdizione

RABIOT 8: L’MVP del partita. Autore di una doppietta, si mette sulle spalle la Juventus. I bianconeri possono fare a meno del francese la prossima stagione?

KOSTIC 7: Un’altra partita da incorniciare per l’esterno serbo: autore dell’assist sul goal del primo goal bianconero e imfermabile sulla fascia sinistra

FAGIOLI 6,5: Nicolò ha ormai preso le chiavi del centrocampo juventino. Anche oggi dimostra maturità in ogni giocata che fa. Pedina imprescindibile nello scacchiere di Massimiliano Allegri

MIRETTI 7+: È rientrato da poco dall’infortunio ma sembra già in ottima forma. Mette una palla con il contagiri sul goal di Rabiot e mette in mostra tutte le sue pontenzialità

SOULE 6,5: L’oriundo ha un paio di occasioni nitide per andare in goal, alla terza insacca di testa e mette a segno la sua prima rete in Serie A

VLAHOVIC 5,5: Per il bomber serbo è un periodo buio: rigore che si stampa sul palo e la traversa colpita al 95° documentano il momento difficile che sta attraversando il numero 9. Lo Stadium lo acclama dal primo all’ultimo minuto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: