Juventus

Nuovo episodio sulla telenovela plusvalenze Juventus. La Federcalcio ha inviato ai legali Paratici e Cherubini anche una seconda carta (che precedeva la prima inviata per il ricorso al Tar) che non contiene altro che la comunicazione effettuata dal presidente della Covisoc Paolo Boccardelli al procuratore federale Chinè. Il documento in questione è stato già consegnato dalla FIGC ai legali bianconeri. Anch’essa però non contiene elementi che facciano riferimento alla società, così da poter ridurre, o magari rimuovere, la sanzione che ha portato alla “vecchia signora” una decurtazione di 15 punti in classifica.

Braccio di ferro Juventus


A quanto si apprende, nel documento non sembrano essere indicati chiaramente alcuni movimenti effettuati dalla società che rendono pertanto difficili la credibilità sulle operazioni di plusvalenze, in quanto da bilancio sembra che tali operazioni sembra abbiano generato scarsa liquidità nelle casse scoietarie.
La Covisoc (nonchè la Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche) dunque chiede alla Procura un parere riguardo l’inizio di un’indagine vera e propria studiando alcuni movimenti strategici che possano essere messi in atto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: