MIAMI, FLORIDA - MAY 05: Lewis Hamilton of Great Britain and Mercedes-AMG PETRONAS F1 Team during practice ahead of the F1 Grand Prix of Miami at Miami International Autodrome on May 5, 2023 in Miami, United States. (Photo by Qian Jun/MB Media/Getty Images)

L’inglese 7 volte campione del mondo avverte il circus: “Se le altre squadre non fanno di tutto per migliorarsi sarà impossibile chiudere il gap anche nei prossimi anni“. E’ un Lewis Hamilton preoccupato, che avverte per questa e le futuri stagioni. La Formula 1 sta per riavere un singolo padrone, cosi’ come è accaduto per 7 anni alla Mercedes con Hamilton e Rosberg, questo è ovviamente un male per l’immagine della F1, va a togliere spettatori. Sarebbe un clamoroso fallimento per il Paddock visto che con le nuove monoposto del 2022, l’obbiettivo era propio quello di avere tante macchine in un piccolo gap ed avere gare sempre combattute al decimo di secondo.

Hamilton

Hamilton: “Il cambio di regolamenti non basta, bisogna stare al passo delle Red Bull”

In un intervista al “The Mirror”, Il britannico 7 volte campione del mondo ha esposto i suoi timori. Le sue paure sono appunto che Red Bull rischia di dominare per tanti anni, le principali rivali con più risorse a disposizione sono Ferrari e Mercedes, non riescono a chiudere il gap. Basta guardare la classifica dopo 5 gare: Red Bull con 122 punti di vantaggio sulla Aston Martin seconda in classifica. La mancanza di lotta in pista comporta in minori spettatori e sponsor, “Non sta di certo a me convincere gli spettatori a guardare uno sport piuttosto che un’altro, ma se dovessi parlare da fan potrei capire che al momento il nostro sport è meno attraente di altri”.

Le parole di Hamilton seguono quelle rilasciate poco prima dal compagno di squadra George Russell, il quale aveva lanciato l’allarme su dominio Red Bull, la quale secondo lui senza problemi di affidabilità rischia seriamente di vincere 23 gare su 23.

Giovanni Vetrini

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: